In questa sezione vengono riportate tutte le attività  intraprese dall'Istituto nel campo del PNSD (Piano Nazionale Scuola Digitale) per lo sviluppo delle competenze digitali degli alunni. Cliccando  sopra i due link riportati di seguito si aprono i collegamenti ai portali PNSD del MIUR e dellUSR Sicilia.

Sito MIUR

                  

Sito dell'USR Sicilia

 

 

Piano Nazionale Scuola Digitale – Il Sito Istituzionale

Tutto il Piano Nazionale Scuola Digitale spiegato in 35 punti

Documento integrale PNSD

Il Liceo “G.Turrisi Colonna” da anni coniuga scuola e tecnologia cercando di applicare un modello di didattica ad una generazione di studenti diversa rispetto a quelle passate: i ragazzi di oggi, cosiddetti “nativi digitali”, sono costantemente connessi, i loro modelli di pensiero sono fortemente condizionati dalle tecnologie e dagli strumenti dell’era digitale (ormai parte integrante della loro vita fuori dalle aule).
La scuola, sensibile alla formazione degli alunni apre alle nuove tecnologie, dotandosi degli strumenti indispensabili ad elaborare una proposta educativa che corrisponda ai “modelli di pensiero” delle giovani generazioni.
Tra le 8 competenze chiave che il Parlamento Europeo e il Consiglio Europeo mettono in evidenza, vi sono le competenze digitali e sono indicate quale via per rendere la tecnologia uno strumento didattico di costruzione delle competenze in generale. A questo riguardo il nostro Liceo, a partire dall’anno scolastico 2015-16, intende avviare una “didattica digitale” attraverso:

  • L'utilizzo di supporti digitali e multimediali durante le attività didattiche in classe, attraverso la piena disponibilità di LIM (Lavagne Interattive Multimediali) in tutte le aule e laboratori.
  • L'utilizzo della  piattaforma gratuita easyclass, mediante la quale studenti e professori possono continuare a cooperare anche al di fuori dell’ambiente scolastico e in orari differenti rispetto a quelli previsti dall’orario curricolare. Per una maggiore flessibilità didattica l’istituto ha anche sviluppato una piattaforma di e-learning. In questo caso studenti e professori possono continuare a cooperare anche al di fuori dell’ambiente scolastico e in orari differenti rispetto a quelli previsti dall’orario curricolare. I professori possono assegnare compiti e fornire spiegazioni, inviare schemi esplicativi e segnalare articoli di approfondimento relativi agli argomenti spiegati in classe. Da parte loro, gli studenti possono collaborare tra di loro in gruppi-studio, chiedere chiarimenti ai compagni e ai professori.
  • L'avvio di gemellaggi elettronici attraverso il portale europeo eTwinning. Tale iniziativa diretta dalla Commissione Europea, è nata per integrare e diffondere le possibilità offerte dalle nuove Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (TIC) nei sistemi di didattica e formazione. Gli studenti avranno un’apertura alla dimensione comunitaria dell’istruzione, nell’ottica di contribuire a creare e fortificare un sentimento di cittadinanza europea condiviso nelle nuove generazioni. L’azione si realizza attraverso una piattaforma online che rende possibile l’attivazione di progetti di gemellaggio elettronico tra scuole europee, coinvolgendo direttamente gli insegnanti in una comunità virtuale dove è possibile conoscersi e collaborare in modo semplice e veloce.